Proxy per Accedere a Twitter

Quando utilizziamo il computer per questioni private, ovviamente avremo il pieno controllo di esso, potendo dunque svolgere tutte le cose che vogliamo, dall’utilizzo di programmi, di giochi, dall’esplorazione del web, e varie sessioni di chat e aggiornamenti di profili vari, nei nostri social network preferiti.

Tutto ciò dunque potremo farlo senza alcuna limitazione, quando e come vogliamo. Può succedere però che in un altro computer a cui accediamo, ad esempio a casa di un amico o parente, siano state imposte delle restrizioni di accesso a determinati siti, in modo tale che tutti i tentativi di accesso a tali siti siano totalmente vani, e dunque accedere a tali siti sia praticamente impossibile.

Può capitare dunque che tra i siti bloccati capiti proprio quello di twitter o difacebook, o di qualsiasi altro social network o servizio online, e quindi noi ed il nostro amico non potremo fare proprio nulla, purtroppo recentemente il nostro amico aveva trascurato troppo i compiti per passare il suo tempo su twitter e quindi è stato punito con una bella negazione d’accesso.

Ovviamente noi che siamo lettori accaniti di Informatica Pratica avremo la soluzione a portata di mano, e cioè collegarci ad un servizio che funge da server proxy, e quindi ci permette di accedere a qualsiasi sito del web, anche se il suo indirizzo è inserito in lista nera, infatti il servizio nasconde completamente l’indirizzo originale e dunque aggireremo il blocco in modo semplice ed efficace.

Il servizio si chiama Twitxy, e si trova all’indirizzo twitxy.com.

Il tutto è molto semplice da utilizzare, e non sarà nemmeno necessario creare alcuna registrazione. Una volta collegati alla pagina principale vedremo subito il campo dove inserire l’indirizzo del sito che vogliamo visualizzare in incognito, come possiamo vedere di default sarà impostato l’indirizzo di twitter, questo perchp iò servizio nasce per esplorare twitter ma è praticamente utilizzabile con qualsiasi altro sito internet.

Quando avremo immesso l’indirizzo che ci interessa premiamo su “go” per avviare la navigazione. Essa risulterà molto più lenta rispetto alla normale connessione, infatti come già detto prima il servizio si comporta come un server proxy, e dunque ne eredita tutti i difetti.

Premendo su “advance options” potremo attivare diverse opzioni avanzate tra cui la disabilitazione della pubblicità, degli script e dei vari cookies, in modo da non lasciare proprio traccia di quello che abbiamo fatto.